Sindacato

“Una legge disumana”. Il sindacato all’attacco del pacchetto sicurezza

home2_01“Una legge disumana”. E’ la condanna forte, senza appello, che Cgil, Cisl e Uil di Varese pronunciano sul pacchetto sicurezza diventato legge, ribadendo un allarme condiviso da una vasta opinione pubblica e da mille organizzazioni del terzo settore, come nel caso delle Acli di Varese. “Occorre intervenire con un’informazione corretta nei confronti dei cittadini – dicono i sindacati confederali -; non e’ possibile ingenerare nell’opinione pubblica, ogni qualvolta si parli di immigrazione, il dubbio che i cittadini stranieri siano solo un problema, dimenticando le migliaia di lavoratrici e lavoratori immigrati che contribuiscono allo sviluppo della nostra provincia e alla cura degli anziani non autosufficienti”. Il pericolo dell’intolleranza è sempre dietro l’angolo, continuano le organizzazioni sindacali, come dimostra il caso di Gerenzano, dove un amministratore comunale ha pubblicato nel bollettino comunale, distribuito in tutte le case, un monito ai cittadini che dice: “se amate Gerenzano non affittate agli stranieri”. Dura la reazione sindacale: “l’episodio, che stigmatizziamo e respingiamo, perchè palesemente contrario ai dettati costituzionali  che prevedono parità di diritti per tutti i cittadini,  è in se stesso un atto vergognoso, perché esprime una modalità pericolosa, tesa a diffondere  messaggi pesanti  di intolleranza”. Chiaro il messaggio complessivo: “Salvaguardiamo la dignità umana senza la quale non può esserci sicurezza”.

17 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi