Induno Olona

Carlsberg di Induno, i sindacati Cgil, Cisl e Uil lanciano un appello al prefetto di Varese Vaccari

carlsbergI tre segretari generali di Cgil, Cisl e Uil, rispettivamente Franco Stasi, Carmela Tascone e Marco Molteni, lanciano un allarme al Prefetto di Varese, Simonetta Vaccari, perché intervenga a limitare i danni provocati al territorio e all’economia locale dal nubifragio. I vertici sindacali manifestano, in particolare, “la forte preoccupazione per la gravità dei danni, causati dal nubifragio, in particolare dall’esondazione del fiume Olona, allo stabilimento Carlsberg Italia che occupa oltre 70 dipendenti. La situazione pesantissima richiede delle giornate di fermo dello stabilimento nella stagione di più alta produzione, fatto gravissimo in un contesto già difficile per la grande crisi generale che coinvolge anche il nostro territorio”. La richiesta è che “vengano effettuati tutti gli interventi atti a mettere in sicurezza il fiume che, a causa del nubifragio, ha modificato il suo percorso, poiché ulteriori tracimazioni metterebbero a rischio la produzione, con le relative conseguenze”. Per i segretari generali del sindacato la “cura del territorio costituisce una priorità non solo per i danni che si potrebbero verificare sul piano ambientale, ma anche per quelli che metterebbero in seria difficoltà le imprese produttive con conseguenze inevitabili anche per l’occupazione”.

17 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi