Cinema

Quando il lavoro entra nel grande schermo

Ermanno Olmi

Ermanno Olmi

Il lavoro raccontato dai film, il cinema raccontato da chi vi lavora. Con una colonna sonora speciale per una serata “live”. Dal 17 settembre al 5 ottobre ritorna Labour Film Festival. Giunta ormai alla V edizione, la rassegna cinematografica sul tema del lavoro, frutto della collaborazione tra la Cisl Lombardia, il Cgs Rondinella e il Circolo Acli S. Clemente di Sesto San Giovanni, vuole stimolare la riflessione dei cittadini su alcune problematiche legate al mondo del lavoro, sia nel nostro contesto sociale che in quello di altri Paesi, attraverso eventi cinematografici e musicali, arricchiti da momenti di dibattito, anche gastronomici. Cinque le pellicole selezionate per altrettante serate: “Terra Madre” di Ermanno Olmi, “Generazione 1000 euro” di Massimo Venier, “Louise-Michel” di Benoit Delepine e Gustave Kervern, “Thyssenkrupp blues” di Pietro Balla e Monica Repetto, “Fuga dal call center” di Federico Rizzo. Sarà inoltre proiettato il cortometraggio “Bulli si nasce”, di Massimo Cappelli, dall’archivio di BiblioLavoro, una videoteca su lavoro e temi sociali promossa dalla Cisl. In calendario anche Tutti i santi giorni, il concerto di Andrea Volpini, cantautore-musicista, ad ingresso gratuito. Ad ogni proiezione saranno presenti in sala registi, attori, esperti del mondo del lavoro e “addetti ai lavori”. Novità dell’edizione 2009 è infatti uno spazio dedicato al Cinema come mestiere, con la partecipazione di Carlotta Cristiani, che ha curato il montaggio del film “Generazione 1000 euro” e collaborato a quello di “Fuga dal call center”.

Tutte le proiezioni e il concerto si terranno presso il Cinema Teatro Rondinella, in viale Matteotti 425, a Sesto San Giovanni.

15 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi