Commercio

Aree di sosta e piante, Ascom e Comune rilanciano via Piave

piave_01Un po’ di anni fa via Piave era una via piacevole e ricca di negozi. Poi è iniziato il declino, che è diventato negli anni inarrestabile: saracinesche abbassate, auto spesso e volentieri parcheggiate sui marciapiedi, pochi negozi che resistono eroicamente, pur continuando ad offrire ottimi prodotti (è il caso di una nota pasticceria di cui non facciamo il nome). Negozi che, nonostante la crisi, mantengono inalterata una clientela affezionata e fedele. Sono anni che Ascom insiste a riqualificare la via e ora ha trovato nel Comune un interlocutore interessato. Sono allo studio alcuni cambiamenti, che saranno messi in atto in maniera sperimentale: con la riduzione da tre a due delle corsie, si potrà prevedere, sul lato sinistro (entrando da via Magenta), dal numero 5 al 15, una serie di aree di sosta temporanea di carico-scarico. Dall’altra parte, invece, si punterà a migliorare l’arredo urbano, come già accaduto, sempre per merito di Ascom, in via Morosini: saranno collocate sul marciapiede delle fioriere e, al centro della strada, sarà piantumata la linea divisoria tra la corsia dei bus e quella delle auto. Come ha sottolineato il direttore di Ascom Varese, Roberto Tanzi, “sono interventi necessari, fortemente sentiti dai commercianti, che hanno dato vita a gruppi di studio con l’obiettivo di contribuire al rilancio di via Piave”. Proposte e progetti, accolti dal Comune, come ha assicurato l’assessore alla Polizia locale, Fabio D’Aula, che tuttavia restano nel limbo, quanto a tempistica e inizio lavori, a causa dell’incombente super-cantiere che partirà per il rifacimento del cavalcavia di viale Milano.

10 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi