Sport

Sciabolatori da podio i fratelli di Cantello. I tanti successi di Micol e Marco (“Conte Max”) Lecci

Micol e Marco Lecci

Micol e Marco Lecci

Davvero un’annata speciale, quella dei fratelli sciabolatori Micol e Marco Lecci. La giovane Micol, la maggiore, ha compiuto 16 anni il 19 maggio e, oltre a essere una valente sciabolatrice, è anche una studentessa modello allo Scientifico “Ferraris” di Varese. Micol, allenata alla Società Varesina ginnastica e scherma dal maestro d’armi salernitano Antonio Pagano, è stata convocata dal Ct della Nazionale Sirovich per il ritiro della rappresentativa Under 20 che si svolgerà a Lignano Sabbiadoro (Ud) dal 3 al 12 settembre. Una convocazione che suggella un’ottima annata sportiva 2008-2009 con la presenza della sciabolatrice di Cantello alla prova di Coppa del Mondo Under 20 il 15 febbraio a Dourdan (Parigi). Il suo palmares stagionale vede Micol, per la categoria Cadetti (fino a 17 anni) in finale alla prima prova nazionale Cadetti Ariccia (Roma), così come alla seconda di Brindisi e qualificata ai Campionati Italiani Cadetti Monza.Nella categoria Giovani (fino ai 20 anni), Micol è giunta fino ai 16esimi a La Spezia, in finale a Casale Monferrato (Al) e si è qualificata per i Campionati italiani di categoria a Monza. A livello Open, dove già Micol si presenta con sicurezza in pedana, è stata eliminata ai 16esimi a Ravenna dall’olimpionica Ilaria Bianco (15-9), eliminata agli Ottavi dall’azzurra Buccione a Bari e si è classificata al 6° posto, a squadre, nella gara di serie A2 svolta a Rovigo. Micol ha aggiunto alla sua ricca bacheca le vittorie nei trofei di Torino, Arcore e Varese oltre alla finale del Trofeo internazionale (prova di campionato europeo) di Pisa. Per quanto riguarda, invece, Marco Lecci, sciabolatore mancino nato il 13 giugno 1996 e soprannominato Conte Max, al pari della sorella è un allievo di Antonio Pagano alla Varesina ginnastica e scherma di Varese in via Donatello 1. Per lui ottimi risultati scolastici con una promozione alla Terza Media alla “Dante Alighieri” di Varese e tanti successi sportivi. Vincitore del premio alla memoria di Martino Ghezzi lo scorso anno, Marco si è imposto nuovamente nel 2009 aggiudicandosi il trofeo che ricorda lo storico presidente della Varesina. La coppa gli è stata consegnata dalla vedova del mitico presidente. Marco ha vinto, nel 2008-2009, il Trofeo nazionale Under 14 della Fis (Federazione italiana scherma) dopo le prove di San Severo (Fg) e Padova ed è arrivato in finale al Gran Premio Giovanissimi di Rimini. Il mancino sciabolatore cantellese si è laureato, per il quarto anno consecutivo, campione regionale dopo le tre prove (Varese, Como e Corsico). Tra i suoi risultati di rilievo le vittorie nei tornei di Torino, Padova, Udine (prova internazionale), Varese e il 1° posto a squadre del trofeo nazionale per regioni a squadre eliminando nell’ordine Puglia, Piemonte, Toscana e Lazio. In questa manifestazione, Marco era stato convocato per rappresentare la Lombardia per la sciabola nella gara a squadre a staffetta nelle tre armi sciabola, spada e fioretto.

9 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi