Musica

“Jazz in Maggiore”, un weekend tutto al femminile

Maria Joäo

Maria Joäo

Una nuova proposta che coniuga il paesaggio, la natura e la bella musica, il tutto nello spazio di un weekend. E’ “Jazz in Maggiore”, un cartellone che va dal 24 al 27 luglio, sul confine italo-svizzero. Quattro serate per apprezzare grandi concerti all’insegna del canto e della creatività femminile, con nomi del calibro di Maria Joäo, Maria Pia De Vito e Lucia Minetti, e l’ensemble vocale Quattrottave. La rassegna si apre a Luino il 24 luglio a Palazzo Verbania, gioiello di architettura Liberty, in una sala da cui è possibile ammirare il panorama lacuale: qui si esibirà Lucia Minetti, una fra le interpreti più acclamate nel panorama jazzistico italiano, nota per eleganza e versatilità della voce e per la sua grande capacità interpretativa, con un programma dedicato alla musica francese d’autore. Il 25 luglio, nella cornice del Golfo Gabella, l’Auditorium di Maccagno presenterà Maria Pia De Vito, altra artista poliedrica, una delle più raffinate ed emozionanti vocalist contemporanee a livello internazionale, con il suo modo personale e straordinariamente unico di affrontare il jazz. Il 26 luglio “Jazz in Maggiore” si sposta in un parco fantastico, quello di Villa Bozzolo di Casalzuigno, gioiello del Fai: qui sarà possibile ascoltare il canto “a cappella” dei Quatrottave, che reinterpretano brani che spaziano tra il popolare e il pop, lo spiritual e il jazz, con arrangiamenti originali e d’autore. Chiusura in grande stile il 27 luglio, a Luino, con Maria Joäo e il suo quartetto: nella suggestiva palazzina Liberty che ospita il Teatro Sociale, la grande cantante portoghese, dotata di un’estensione, un’agilità e una padronanza della voce fuori dal comune, proporrà il suo ultimo progetto dedicato al Brasile. La rassegna “Jazz in Maggiore” è ideata e organizzata da Rinascenze, Associazione Sconfinarte, artefice della rassegna “Maccagno In Musica”, Assessorato alla Cultura della Comunità Montana della Valcuvia e Centro Culturale Frontiera.

6 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi