Milano

Ufo chiamato Expo per 2 cittadini su 3

expo_internoCon interviste e questionari è stato sondato a Milano il popolo dell’Expo, ma anche attraverso il web. Ora sono stati resi pubblici i risultati della ricerca “eXponiti”: oltre 16 mila interviste, delle quali circa 10 mila svolte da ragazzi con palmare che fermavano in strada le persone e circa 6 mila via Internet. Naturalmente la domanda più attesa era sui “desiderata” dei semplici cittadini circa l’uso dell’area Expo ad evento terminato. Risposte: housing e servizi pubblici (22%), verde (22%), leisure (24%), un termine dall’ampio contenuto, quest’ultimo, dato che comprende intrattenimento, parchi tematici per migliorare la vivibilità della città e altro ancora. Bene: si sono sentiti i cittadini, ed era ora. Ma sentendoli, si è anche scoperto che per ben il 65% degli intervistati l’Expo restava una specie di Ufo o poco più. Dunque, ancora troppo scarsa l’informazione in proposito, insufficienti gli sforzi per ampliare la platea degli interessati. Sempre secondo i risultati, emerge fortissima la voglia della gente di essere coinvolta e di partecipare: il 53% del campione vorrebbe vedere coinvolti nell’Expo i giovani, e il 17% le donne. Per strada o via Internet, si sente la voglia di toccare con mano questa grande occasione di confronto e proposta su grandi temi per l’umanità. Una voglia che, finora, in tanti, si sono sforzati di deludere.

1 luglio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi