Musica

Parla le lingue del mondo la settima edizione del festival Solevoci, tra concerti e workshop

solevoci_internoSolevoci Festival giunge alla settima edizione, sulle ali di un successo che ne ha fatto una delle iniziative di punta in campo internazionale nel suo genere. Dopo l’esito positivo nella prima edizione del concorso internazionale Solevoci Competition “Premio Varese Città Giardino” specifico per sole formazioni a cappella pop e jazz che ha visto vincitori i SeiOttavi , testimonial di Solevoci nella trasmissione XFactor, Varese si appresta a ricevere anche la terza edizione al Teatro Apollonio di piazza Repubblica. Solevoci, un evento internazionale fatto di concerti fino ad oggi eseguiti dai più prestigiosi nomi del canto a cappella internazionale (Take6, Real Group, Swingle Singers, King’s Singers, Rockapella, Cluster, SeiOttavi) quel canto che si fa arte solo grazie all’utilizzo della voce umana, voce è strumento musicale, capace di suonare come un’orchestra. Il 27 giugno dalle ore 21 sino a notte fonda, il palco del Teatro Apollonio ospiterà Solevoci BeatBox Convention dedicata all’arte di riprodurre suoni di percussioni con il solo uso della voce. Apriranno la serata i Mauf, spumeggiante vocal band viennese, seguita da artisti provenienti dall’Italia e da tutto il mondo (Canada, Stati Uniti d’America, Inghilterra, Germania ecc.). Per tutti coloro che vogliono imparare la tecnica BeatBox, ci sarà un workshop tenuto da Jake Moulton (The House Jacks/M-pact) che inizierà alle ore 10 e terminerà alle ore 17 nel nuovissimo Auditorium di via dei Bersaglieri (ex Cinema Rivoli). A chiudere Solevoci Festival ci penseranno i Cluster, domenica 28 giugno alle ore 21, subito dopo la premiazione del concorso. Una festa per tutti, resa possibile grazie alla collaborazione tra il Comune di Varese e l’Associazione Culturale Solevoci con la direzione artistica di Fausto Caravati.

23 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi