Musica

L’uomo in ammollo ai Giardini Estensi. Franco Cerri dà il via a Teatro d’Estate

Franco Cerri

Franco Cerri

Grande appuntamento musicale, mercoledì 24 giugno, alle 21.30, sotto la tensostruttura dei Giardini Estensi di Varese, per l’apertura della prima edizione della manifestazione estiva del Teatro Apollonio. Sul grande palco un mito musicale italiano, Franco Cerri, la chitarra più famosa del jazz nostrano, si esibisce con tre grandi musicisti: Alberto Gurrisi all’organo hammond, Mattia Magatelli al contrabbasso e Riccardo Tosi alla batteria. Franco Cerri comincia la sua carriera nel 1945, al fianco del Maestro Gorni Kramer e del Quartetto Cetra. Nel 1949 suona con Django Reinhardt, la sua prima, vera influenza chitarristica. Nel corso della sua carriera ha suonato con i più grandi jazzisti mondiali, tra cui ricordiamo Barney Kessel, Bud Shank, Dizzy Gillespie, Billie Holiday, Jerry Mulligan, Jim Hole, Modern Jazz Quartet, Phil Woods, Goeroge Benson, Stéphan Grappelli, Tal Farlow. È stato alla testa di quartetti e quintetti propri, nei quali hanno militato anche talenti della scena italiana quali Gianluigi Trovesi e Tullio De Piscopo. È intervenuto in più di 750 trasmissioni televisive e ha condotto alcuni programmi della Rai tra i quali: “Fine serata da Franco Cerri”, “Jazz in Italia”, “di Jazz in Jazz” e “Jazz primo amore”, nei quali si è distinto per la sua capacità di avvicinare il pubblico alla musica jazz, spesso difficile per i neofiti. A 83 anni, Franco Cerri ha ancora, sorprendentemente, il controllo del palcoscenico e dei suoi compagni di viaggio.

23 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi