Arte

Ventidue artisti in ventidue stanze. Apre “Giorni Felici” nella casa dello scrittore Giovanni Testori

testori_01Il 18 (giugno) alle (ore) 18. E’ l’appuntamento con la mostra “Giorni Felici. 22 artisti in 22 stanze, a casa Testori”, che si tiene a Novate Milanese (Largo Testori 13) e può essere visitata fino al 28 giugno, con i seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 17 alle 22; sabato e domenica dalle 10 alle 22. In questa occasione viene riaperta la casa di Giovanni Testori, scrittore, critico, poeta e drammaturgo nato a Novate. La rassegna coincide con la messa online del catalogo ragionato dei suoi dipinti e disegni (sul sito www.associazionetestori.it), e propone una serie di acquerelli, realizzati sul Lago di Garda in una stagione particolarmente felice della vita dell’intellettuale, alla fine degli anni Sessanta. Attorno a Testori, stanza dopo stanza, un gruppo di famosi artisti affianca alcuni giovani che iniziano la loro avventura creativa. Casa Testori si trasforma, dunque, in una sorta di “Kunsthaus”, realtà molto diffuse nelle città tedesche e del nord Europa, ma non in Italia, nelle quali viene data una chance a un artista all’inizio dell’attività di esprimere il proprio lavoro in un luogo pubblico che lo accolga. Ecco l’elenco di artisti “laureati” e giovani promesse presenti alla Casa Testori: Giovanni Agosti, Studio Azzurro, Gabriele Basilico, Christiane Beer, Andrea Bianconi, Marco Casentini, Marco Cingolani, Chiara Dynys, Tamara Ferioli, Giovanni Frangi, Riccardo Gavazzi, Massimo Kaufmann, Mauro Maffezzoni, Paolo Maggis, Fulvia Mendini, Matteo Negri, Gianriccardo Piccoli, Annalisa Pirovano, Michela Pomaro, Alessandro Roma, Pietro Ruffo, Giovanni Testori.

17 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi