Lavoro

Lavoro a misura dei diversamente abili, convegno dell’Agenzia Formativa di Villa Recalcati

disabili_internoLo Sportello Ausili per l’Integrazione Lavorativa – S. A. I. L. – è un servizio del Centro di Formazione Professionale ed Inserimento Lavorativo – CFPIL – dell’Agenzia Formativa della Provincia di Varese, che dal 2001, gestisce anche interventi di consulenza e valutazione per l’adattamento delle postazioni di lavoro alle specifiche necessità delle persone con disabilità. Il progetto S. A. I. L., che verrà presentato nel convegno di mercoledì 24 giugno, è volto a sensibilizzare, informare e fare consulenza nel settore degli ausili informatici ed elettronici utilizzabili per incrementare l’autonomia e la qualità del lavoro dei disabili ed è un servizio offerto alle associazioni datoriali, alle aziende, alle persone disabili, ai loro familiari e ai vari servizi territoriali coinvolti in percorsi di integrazione lavorativa. “Sono quasi trent’anni che il CFPIL si occupa di mediazione tra disabili e mondo del lavoro, garantendo una serie di servizi integrati per l’accompagnamento all’inserimento lavorativo dei disabili, anche con attività di post – assunzione – spiega Graziella Giacon Presidente dell’Agenzia Formativa – Il CFPIL è un’eccellenza nel settore, riconosciuta a livello nazionale, che dimostra col progetto SAIL non solo la proverbiale attenzione alla persona disabile, ma anche il valore aggiunto di un’equipe multi – disciplinare, capace di risolvere i problemi pratici, che potrebbero rappresentare un’ulteriore insuperabile barriera nell’ambiente di lavoro – conclude il Presidente Giacon – mi preme segnalare che moderatore del convegno sarà Renzo Andrich, che illustrerà, in anteprima, uno Studio dei ricercatori del Polo Tecnologico della Fondazione Don Gnocchi relativo ad un progetto del Ministero del Lavoro, della Salute e delle Politiche Socialisull’adeguamento e la messa in sicurezza dei luoghi di lavoro per disabili: un lavoro che verrà discusso davanti alla Commissione competente della Camera”.

16 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi