Chiesa

Un tifo da stadio per i nuovi preti del Varesotto

home1_01_interno_bisE’ stata soprattutto una grande festa, chiassosa e multicolore, quella che ha salutato i diciotto nuovi preti della diocesi ambrosiana, ordinati dal cardinale Dionigi Tettamanzi, all’uscita dal Duomo di Milano. Un’accoglienza accompagnata da un vero e proprio tifo da stadio, che ha fatto seguito ad una suggestiva cerimonia svoltasi nella cattedrale gremita di sacerdoti, religiosi e religiose, famigliari, amici, ma soprattutto centinaia e centinaia di ragazzi provenienti da tutti gli oratori della diocesi, in gran parte seduti per terra, con i loro zaini, sotto le navate gotiche del Duomo. La messa concelebrata è stata presieduta dall’arcivescovo che, nell’omelia, ha ricordato “la tensione dei sacerdoti verso la perfezione spirituale”, preziosa molla nel loro cammino, soprattutto “in questo anno sacerdotale dedicato al Santo Curato d’Ars”. E’ seguito il lungo rito dell’ordinazione, con i nuovi sacerdoti che prima si sono stesi a terra e poi hanno ricevuto l’imposizione delle mani da parte del cardinale. Quindi hanno pronunciato la promessa di fedeltà ed obbedienza all’arcivescovo e ai suoi successori. Un forte e prolungato applauso ha espresso la felicità di tutta l’assemblea al termine della messa. Fuori dal Duomo i sacerdoti hanno ricevuto il caloroso abbraccio della folla che li attendeva sotto il sole, soprattutto quello dei ragazzi degli oratori che, con striscioni, slogan, canti, applausi ritmati (ma anche con una tromba squillante e vari tamburi) hanno festeggiato i giovani preti. Una bella festa che, purtroppo, non ha potuto essere trasmessa in diretta come, invece, è accaduto per la cerimonia in Duomo. Tra i ragazzi che hanno festeggiato i nuovi sacerdoti spiccava soprattutto la presenza di molti oratori del Varesotto, particolarmente numerosi e “attrezzati” (come si può vedere ciccando la nostra ricca fotogallery) per esprimere il loro benvenuto ai sacerdoti che saranno loro amici e loro compagni di strada. Sono ben sei i nuovi sacerdoti che sono stati destinati nelle comunità del nostro territorio provinciale.

13 giugno 2009 - Andrea Giacometti - direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi