Chiesa

Diretta tv e online per 18 sacerdoti novelli

Saranno ordinati in Duomo, a Milano, i 18 preti novelli della diocesi ambrosiana

Saranno ordinati in Duomo, dal cardinale Dionigi Tettamanzi, i 18 preti novelli della diocesi ambrosiana

Applausi e abbracci accoglieranno, come sempre, all’uscita dal Duomo di Milano, i 18 giovani che, sabato 13 giugno, a partire dalle 9, il cardinale Dionigi Tettamanzi avrà ordinato sacerdoti. Giovani preti che devono confrontarsi con una stagione difficile per le comunità cristiane, che spesso stentano a trovare sacerdoti che possano risiedere presso di loro. Un momento delicato, al quale la diocesi ambrosiana cerca di fare fronte individuando modalità innovative: oggi i diaconi, già un anno prima della loro ordinazione sacerdotale, conoscono la parrocchia alla quale sono destinati e iniziano ad operare in essa. Una novità che dovrebbe garantire un ingresso graduale e più approfondito nella vita delle comunità. Una novità che riguarda anche i nuovi sacerdoti che sabato saranno ordinati dall’arcivescovo di Milano. Sei tra di loro sono stati destinati a comunità del nostro territorio provinciale: Oscar Boscolo andrà a Luino e Germignaga; Paolo Brambilla a Fagnano Olona, nella Comunità pastorale “Madonna della Selva”; Luca Fossati nella Comunità pastorale Besozzo, frazioni di Bogno, Cardana, Olginasio; Gabriele Giorgetti a Samarate, frazioni di San Macario, Verghera, Cascina Elisa; Luca Rognone a Solbiate Arno, Carnago e Rovate, Caronno Varesino e Travaino, Castronno; Fabio Sgaria a Gorla Maggiore, Gorla Minore e Prospiano. Sarà una celebrazione che, come accade ogni anno, vedrà giungere nella cattedrale ambrosiana famigliari, parenti e amici dei neo-sacerdoti. Per tutti coloro che vogliano assistere all’ordinazione, ma non possono essere presenti fisicamente, nessun problema: per la prima volta, ci sarà la diretta video e audio della cerimonia sul portale diocesano www.chiesadimilano.it, Telenova 2 del digitale terrestre, Radio Mater. Una possibilità in più per condividere preghiere, riflessioni e canti che segneranno l’inizio del cammino di questi ragazzi che hanno scelto di stare in mezzo alla gente indossando la tonaca.

12 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi