Università

L’Insubria fucina di talenti nella ricerca ambientale

setacLa Società di chimica e tossicologia ambientale (SETAC), la più importante organizzazione scientifica del settore a livello mondiale, ha premiato un giovane talento dell’Università dell’Insubria. Il riconoscimento è andato a Luca Nizzetto, 34 anni, di Angera, per la miglior pubblicazione scientifica dell’anno. Nizzetto, laureato in biologia presso l’ateneo varesino e con alle spalle un dottorato sotto la guida del prof. Antonio Di Guardo, sta attualmente lavorando ad un progetto di ricerca sugli inquinanti persistenti presso l’Università di Lancaster (UK). Da segnalare, inoltre, che al congresso SETAC che si è svolto a Goteborg, in Svezia, si sono distinti altri ricercatori provenienti dall’Insubria. In particolare erano presenti al convegno Francesco Pomati, Sara Castiglioni, Ester Papa e Davide Ghirardello.

11 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi