Spettacoli

E’ scomparso il tendone dei Giardini. Dov’è finito?

home1_0116Qualche varesino, da giorni, se n’è accorto, e qualcuno si è fatta la domanda: dove è finito il tendone bianco dei giardini? Che fine ha fatto il luogo che, ai Giardini Estensi, da tanti anni era diventato un po’ sinonimo delle notti d’estate varesine, quasi un loro, inconfondibile simbolo? Non c’è più, è scomparso, lasciando libero il grande spazio occupato, a beneficio di bambini in bici e di un paio di ombrelloni di proprietà del baretto in legno che serviva caffè e bibite agli amanti del cinema estivo all’aperto. Eppure, il tendone collocato entro il recinto del palazzo d’Este quest’anno avrebbe dovuto fare la parte del leone nella programmazione estiva della città giardino, diventandone una sorta di luogo deputato al divertimento di chi rimane a casa. Avrebbe infatti dovuto ospitare, oltre alla tradizionale rassegna di cinema e musica “Esterno Notte” organizzata dal cineclub Filmstudio ‘90, anche il cartellone della nuova stagione teatrale estiva proposta dal Teatro di Varese, 13 appuntamenti in tutto con partenza il 18 (ma, guarda caso, sul palco dell’Apollonio e non ai Giardini), con i “SeiOttavi”, gruppo vocale a cappella (o “vocal swing”) conosciuto dal grande pubblico per aver partecipato alla trasmissione “X Factor”. Cosa accadrà alla seconda data, il 24, quando il mitico jazzista Franco Cerri si dovrà esibire all’aperto? Dove suonerà? Si sapeva che lavori avrebbero dovuto essere avviati ai Giardini per realizzare una nuova tensostruttura da parte del Gruppo 2A di Federico Guglielmi, proprietario dell’Apollonio, nonché costruttore del Teatro Tenda romano di piazzale Clodio, dove si è esibito Fiorello a beneficio del pubblico di Sky. Voci dicevano che ai Giardini Estensi non sarebbe stato più realizzato un tendone bianco, ma una più agile tensostruttura trasparente, una finestra aperta su alberi verdi e cieli azzurri. Progetti? Sogni? Non ci resta che attendere e vedere se l’estate varesina avrà un nuovo palcoscenico in più e i Giardini Estensi uno spazio desolante in meno.

11 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Un commento a “E’ scomparso il tendone dei Giardini. Dov’è finito?

  1. Filippo De Sanctis il 11 giugno 2009, ore 12:46

    Caro Direttore,

    Lei fa benissimo a tenere l’occhio vigile sull’estate. Voglio però rassicurare Lei e i Lettori che già da oggi si stanno svolgendo i lavori di allestimento, che procedono a gonfie vele.
    E visto che la sua curiosità si fa stingente svelo la novità di quest’anno, ovvero che parte della struttura sarà trasparente, e dunque darà lopportunità agli spettatori di sentirsi un po avvolti da stelle e giardini.
    Spero di aver fugato ogni timore e di aver soddisfatto un po di curiosità di tutti, e approfitto per rilanciare l’invito agli spettatori a venire alla nuova arena estiva, poichè ci saranno molte altre novità e soprese interessanti, ma queste non le svelerò oggi!
    Filippo De Sanctis
    Direttore Organizzativo
    Teatro di Varese

Rispondi