Locarno

Pippo Delbono a Locarno con i filmati del suo cellulare

delbono_011

Pippo Delbono

Un primo, piccolo assaggio, duro e sconcertante, lo hanno avuto i varesini presenti ad un’iniziativa di Ubuntu presso la Sala Urano del Multisala Impero di Varese. Era presente il funambolico regista teatrale Pippo Delbono, intervistato dal critico Maurizio Fantoni Minnella, e quei pochi minuti del funerale milanese di Abdul Salam Guibre, detto Abba, ucciso a sprangate, registrati dal regista con il suo cellulare, avevano creato un senso di smarrimento tra i presenti. Ora quel “girato” si potrà vedere al prestigioso Festival internazionale del film di Locarno, che proporrà il film di Delbono “La paura” (2009), interamente girato con un telefono cellulare e appena completato in coproduzione con Forum des Images. Non solo. Il festival accoglierà il celebre attore e regista teatrale italiano presentando l’insieme delle sue opere cinematografiche. “Con la sua straordinaria creatività e libertà di pensiero – spiega Frédéric Maire, direttore artistico del Festival – l’uomo di teatro Pippo Delbono ha saputo affermarsi negli ultimi anni anche come uno dei cineasti più stimolanti del panorama italiano. Il Festival di Locarno è lieto di riunire per la prima volta tutte le sue opere di cinema e televisione, che offrono al pubblico uno sguardo intenso e del tutto personale sull’Italia di oggi”. Oltre a varie realizzazioni ancora inedite, saranno presentati tutti i lungometraggi girati da Delbono per il cinema: “Guerra” (2003), una riflessione intorno alla funzione dell’arte e del teatro, selezionato a suo tempo alla Mostra di Venezia e vincitore del David di Donatello come migliore documentario; “Grido” (2006), eccentrica autobiografia che ripercorre le tappe più importanti della sua carriera, presentato alla prima edizione del Festival internazionale del cinema di Roma e di prossima uscita nelle sale francesi il 17 giugno; e, appunto, “La paura” (2009). Non mancherà un incontro diretto con il pubblico.

5 giugno 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi