Milano

Un Expo-referendum alla ricerca dei cittadini

Lucio Stanca

Lucio Stanca

Dopo polemiche e tagli, siamo all’Expo-referendum. E’ stata annunciata una campagna di comunicazione dal titolo “eXponiti”, che punta alla “mission impossible” di rendere l’esposizione 2015 un po’ più popolare e un po’ meno anonima. Sì, perché finora, a parte valzer di poltrone e appetiti immobiliari dei soliti noti, ben poco si è visto. Sul sito www-exponiti.com, lo stesso a.d. di Expo spa, Lucio Stanca, scopre l’acqua calda. Ovvero che “il fattore più importante del successo sarà la partecipazione”. Ecco allora un’indagine, articolata su sette domande, che cerca di individuare i desiderata dei cittadini. Un mini-referendum per capire quanto si sa dell’evento, cosa ci si attende, cosa dovrà accadere dell’area Expo dopo l’Expo. Ma al sito si possono anche affidare consigli e critiche. Nel frattempo è stata scelta la X come logo della campagna di comunicazione. Un po’ come Expo, un po’ come X-Factor. Chissà se in occasione di questa iniziativa debutteranno, come nella popolare trasmissione, buone idee capaci di farsi strada in futuro.

27 maggio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi