Giovani

Giovani incontrano i detenuti nel carcere dei Miogni

carcere_04Nell’ambito dell’itinerario di pastorale giovanile della diocesi di Milano “Giovani e carcere”, una ventina di giovani hanno incontrato oggi i detenuti del carcere dei Miogni di Varese. Un incontro che ha avuto, sul territorio provinciale, un appuntamento speculare anche all’istituto di reclusione di Busto Arsizio. Altri incontri nei carceri tra giovani e detenuti si sono verificati a Bollate, Milano Opera, Milano San Vittore, Monza. Il gruppo giovanile varesino in visita ai carcerati dei Miogni è stato guidato dal responsabile della Pastorale giovanile di Varese, don Luca Violoni, che aveva già seguito le tappe precedenti a questo incontro con i detenuti, momenti che avevano come obiettivo quello di preparare i giovani: prima il convegno “Il carcere, la pena, la giustizia”, un momento di formazione svoltosi presso la sede della Caritas Ambrosiana a Milano, poi l’incontro con i cappellani e, infine, la visita ai carcerati durata circa due ore. Sempre sul nostro territorio si svolgerà la tappa conclusiva dell’itinerario della diocesi ambrosiana. Dopo l’incontro di oggi, sabato 23 e domenica 24 maggio, i giovani parteciperanno ad un gesto conclusivo del percorso pastorale a sostegno di Casa Onesimo, che ha per slogan “Aiutiamo gli ex detenuti a tornare quello che per molti non sono più: Persone”. Casa Onesimo, gestita dall’Associazione Vol.Gi.Ter (Volontariato Giustizia Territorio), Onlus di Busto Arsizio, offre un’accoglienza temporanea ad ex detenuti, detenuti in fine pena, detenuti in permesso premio di sesso maschile e che non hanno nessun riferimento abitativo. Infine, dal 2007 la casa offre accoglienza anche a richiedenti asilo e alle vittime della tratta. Al gesto finale del percorso “Giovani e carcere” possono aderire non solo i gruppi giovanili parrocchiali, ma anche gli adolescenti guidati dai loro educatori, le scuole, le associazioni di volontariato. Sabato 23 e domenica 24 maggio, tutti i partecipanti organizzeranno un banchetto per la vendita di piantine prodotte dalla cooperativa sociale Cascina Bollate. Il ricavato sarà devoluto alla Caritas, che lo utilizzerà per sostenere le attività di Casa Onesimo.

16 maggio 2009 - a.g. - direttore@varesereport.it
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi