Cultura

Paolo Giordano, guest star delle patrie lettere

Paolo Giordano

Paolo Giordano

Giovedì 14 maggio è la giornata che la rassegna “Amor di libro” dedica ad un divo della letteratura: il super-esordiente Paolo Giordano, autore del best seller “La solitudine dei numeri primi” (Mondadori). Torinese, ricercatore di fisica, neppure trentenne, Strega e Campiello Giovani in un solo colpo, Giordano è una star delle nostre patrie lettere. Riceverà giovedì mattina, alle 10, al Santuccio di Varese, il Premio Liala in presenza di numerosi studenti delle scuole superiori. Alla sera, alle 21, sempre al Santuccio, presenterà il suo primo (e per ora unico) romanzo, una durissima vicenda di solitudini che si intrecciano nel corso della vita, ma che continuano a rimanere solitudini. Alice e Mattia, i protagonisti del romanzo, sono come due numeri primi, separati da un solo numero pari, vicini ma mai abbstanza per toccarsi davvero. Per chi ha frequentato l’ultimo “Festival della letteratura” di Mantova, poteva vedere Giordano letteralmente preso d’assalto per autografi e foto ricordo. Accadrà la stessa cosa anche a Varese? La serenità e il distacco con cui il giovane autore affronta queste cose, fanno pensare che abbia già capito tutto della vita. O, almeno, di quella che una volta, gli scrittori di una volta, chiamavano “industria culturale”.

13 maggio 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi