Expo

Fiera, Fontana al top

fontana_02Fino a questo momento l’Expo 2015 si è arenato in gran parte su un infinito scontro di vertice relativo a poltrone e relativi super-emolumenti.  A poco più di un anno dalla famosa vittoria di Milano sulla turca Smirne per organizzare l’evento, tanto celebrata dall’abbraccio tra centrodestra e centrosinistra, niente di nuovo sul fronte-Expo. Quasi tutto è rimasto sulla carta, poco si è concretizzato, nulla si profila all’orizzonte. Un’inerzia degli organizzatori alla quale fa da contraltare, secondo le analisi allarmate di Antonio Ingroia, procuratore aggiunto di Palermo, un intenso lavorìo della criminalità organizzata che punterebbe, secondo Ingroia, a mettere le mani sulla kermesse. Un evento, la Fiera, che finora era sostanzialmente confinato tra le mura del capoluogo lombardo, con ramificazioni esterne che sono state più l’eccezione che la regola. Ma nelle ultime settimane è spuntato il nome di Varese. Il sindaco Attilio Fontana è stato nominato, infatti, vicepresidente vicario di Fiera Milano Spa, una delle realtà che giocheranno un ruolo decisivo nell’organizzare e gestire l’esposizione. Inevitabile domandarsi quale contributo possa portare Fontana e, soprattutto, quali benefici ne ricaverà la città giardino. Vedremo. Molte le occasioni perdute in passato, troppi gli appuntamenti mancati. Il rilancio non può aspettare e l’Expo è una preziosa chance. Varesereport ne seguirà il cammino giorno per giorno, con la speranza che presto qualche iniziativa vada oltre il grande risiko delle poltrone, in quota a questo o a quello.

20 aprile 2009
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Rispondi